MAISON SIGNORE

Blog

lunedì 20 novembre 2017

Geri Natale: intervista al nuovo “regista” di Maison Signore

I: Geri, raccontaci cosa ricordi quando sei entrato a far parte per la prima volta di Maison Signore.

G: Sono passati solo cinque anni ma ricordo ancora tutto perfettamente. Da quando ho preso il posto di Gino Signore, ho sposato il suo sogno imprenditoriale avviando la trasformazione dell’atelier.

I: Ecco, tu stai vivendo in prima persona questo cambiamento di Maison Signore da semplice atelier a maison: come ci spieghi questo cambiamento?

G: Si tratta di un vero e proprio cambiamento dell’anima stessa dell’attività che sta diventando una vera e propria casa di moda. La gestione di tutto questo non è semplice ma il modus operandi mi sta aiutando molto: lavoro come se questa fosse la mia azienda.

I: Che ne dici di raccontaci una tua giornata tipo?

G: Avete molto tempo libero per ascoltarmi?!? Perché avreste bisogno giusto di qualche oretta per potermi ascoltare! A parte gli scherzi, in ogni mia giornata di lavoro cerco sempre di poter raggiungere gli obiettivi prefissati.

I: Com’è cambiato il gusto delle spose in tutti questi anni che lavori in Maison Signore?

G: Certo che è cambiato anche perché anche questo settore è influenzato dalle mode e dalle tendenze periodiche. Tra i gusti delle spose però, ci sono sempre gli abiti evergreen che rappresentano i best seller del settore bridal: abito romantico e abito a sirena. Queste due tipologie di abiti non subiscono nessun tipo di influenza.

I: Ad oggi la Maison h raggiunto dei traguardi importanti affermandosi anche a livello internazionale. Ma la sartoria rimane ancora il fiore all’occhiello?

G: La nostra sartoria ha raggiunto un livello di eccellenza a dir poco invidiabile dal mondo intero. Sarte première e ricamatrici danno vita all’anima dei nostri abiti ormai conosciuti in tutto il mondo. Proprio per investire sempre di più nella nostra area produttiva, abbiamo creato la Signore Academy, una vera e propria accademia dove recrutare e formare sarte e stilisti giovani in grado di poter entrare a far parte della nostra famiglia.

I: Il passo dell’internazionalizzazione si è dimostrato un vero e proprio successo. Da dove è nata questa nuova intuizione?

G: È stata una vera e propria esigenza dettata dalla trasformazione dell’atelier in Maison. L’alta moda, infatti non può rimanere in una singola area limitata ma deve espandersi e per farsi conoscere in tutto il mondo. Ed in particolare quando si tratta di Made in Italy, noi italiani sappiamo quanto sia apprezzato il nostro “Saper fare” ed in particolare quando si tratta di abiti da sposa.

I: Cosa vogliono le spose estere? Cosa sognano e quali sono i loro gusti?

G. Anche le spose estere apprezzano i nostri abiti così come sono senza pretendere di dover cambiare qualcosa. Tutte amano la nostra moda, la nostra arte, il nostro stile: anche le spose estere indossando un nostro abito nel giorno del loro matrimonio, potranno sentirsi uniche.

I: La settimana newyorkese da Kleinfeld è stato un vero e proprio successo. Ci sarà una replica a marzo prossimo, cosa riproponete?

G: Negli Stati Uniti possiamo contare già diverse tappe programmate. Dall’atelier Kleinfeld poi, è nato non solo un rapporto lavorativo di business, ma anche una vera e propria stima e intesa tra le due realtà.

I: Acquisire il marchio Giovanna Sbiroli è stato frutto di una visione lungimirante. Le linee guida della nuova collezione quali saranno?

G: Giovanna Sbiroli rappresenta l’artigianalità dell’arte italiana affermandosi come un marchio prestigioso di abiti da sposa. Purtroppo stava in declino e noi non potevamo stare fermi a guardare un altro pezzo del Made in Italy morire. Così lo abbiamo fatto nostro riportandolo in vita.

I: Maison Signore sta crescendo anche in altri settori molto importanti oggi: marketing, comunicazione e social media. Parlaci di questo sviluppo.

G: Maison Signore si differenzia da tutti i suoi competitor per essere una vera e propria azienda all’avanguardia in più settori contemporaneamente: nella comunicazione, nella formazione e nei servizi, investendo gran parte delle nostre risorse per risultati sempre più performanti.

Vuoi scoprire tutta la collezione 2018? Clicca qui e trova il tuo abito da sposa.

arrow_backward TORNA INDIETRO